Uve

Tu sei qui


Here you can find a grape by selecting a colour and/or a type. Use filters to refine your search or the direct search function.

Visualizzazione

 

Filtri

 

Acolon

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Germania
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
L'Acolon è stato riconosciuto ufficialmente nel 2002; si tratta di un incrocio Blaufränkisch × Dornfelder creato artificialmente presso il centro di ricerca di Weinsberg, nello stato tedesco del Baden-Württemberg nel 1971. Precoce, ricco di antociani e zucchero, questo vitigno è abbastanza diffuso nella regione tedesca del Palatinato renano e poco diffuso in Svizzera, dove produce vini simili a quelli del Blaufränkisch (o Blauer Limberger).

Aligoté

Colore: 
 Bianca
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Francia
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
L'Aligoté è un incrocio naturale Pinot × Gouais Blanc comparso verso la fine del XVIII secolo nella valle della Saona, in Borgogna, Francia. Si può definire "fratello" del Gamay, dello Chardonnay, del Melon e di altri vitigni meno conosciuti. Il nome deriva possibilmente dalla parola "Gôt", un sinonimo obsoleto di Gouais Blanc, uno dei vitigni dai quali proviene, un tempo molto diffuso ma ormai quasi estinto. Precoce e sensibile alle malattie fungine, con rese variabili in base ai terroir, l'Aligoté è presente soprattutto nella Costa d'Oro e nel comune di Chablis, in Borgogna, dove viene utilizzato anche per produrre il kir. In Svizzera lo si può trovare principalmente a Ginevra, dove produce vini caratterizzati da una naturale acidità rinfrescante.

Amigne

Colore: 
 Bianca
Anzianità: 
Nativo
Origine: 
Svizzera
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Vitigno autoctono del Vallese (Svizzera), l'Amigne è stato menzionato per la prima volta verso la fine del XVII secolo, tra Sierre e Sion; ha poi trovato il terroir perfetto per la crescita a Vétroz (in quest'area si concentra ben il 70% dell'Amigne presente in tutto il mondo). Sebbene si ritenga che tra i suoi antenati ci siano il Savagnin Blanc (Heida o Païen nel Vallese) e il Gouais Blanc, l'Amigne può essere considerato orfano. Inoltre, non esistono riscontri veritieri sulla sua supposta origine risalente all'epoca romana. Sensibile alla colatura e all'acinellatura, questo vitigno camaleonte può produrre vini secchi, leggermente dolci o dolci (passiti); a Vétroz, la percentuale di zucchero presente viene rappresentata con 1, 2 o 3 api.

Ancellotta

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Italia
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Vitigno originario dell'Emilia Romagna, una regione del Nord Italia, l'Ancellotta deve il suo nome alla famiglia Lancellotti di Modena, che probabilmente ne ha promosso la diffusione tra il XIII e il XIV secolo. In Svizzera, questo vitigno tardivo dal colore molto ricco e dal gusto relativamente neutro viene coltivato prevalentemente nel Vallese e in genere viene utilizzato per enfatizzare il colore dei vini locali a base di Pinot. È uno degli antenati del Galotta.

Arvine

Petite arvine
Colore: 
 Bianca
Anzianità: 
Nativo
Origine: 
Svizzera
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Questo vitigno emblematico e autoctono del Vallese (Svizzera) è stato menzionato per la prima volta nel 1602 con il nome di Arvena, che potrebbe significare "giunto, appena arrivato". È possibile che questa particolare etimologia derivi dal fatto che il vitigno è orfano: il test del DNA non ha identificato alcun antenato. Le sue origini vengono fatte risalire all'epoca romana, ma non esistono prove a riguardo. Chiamato spesso Petite Arvine, in opposizione al Grosse Arvine, di cui è probabilmente un antenato, l'Arvine viene coltivato quasi esclusivamente nel Vallese e produce vini secchi o dolci (passiti) di fama internazionale, con aromi di agrumi e una vivace acidità. Se ne trova qualche traccia anche in altri cantoni svizzeri, in Valle d'Aosta (Italia) e in Francia.

Auxerrois

Colore: 
 Bianca
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Francia
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Vitigno della regione francese Alsazia-Lorena, l'Auxerrois non va confuso con il Pinot Bianco, il Pinot Grigio o lo Chardonnay che, a loro volta, vengono ugualmente chiamati Auxerrois, probabilmente perché il nome antico dell'Alsazia era proprio Auxois. Il test del DNA ha mostrato che deriva direttamente dall'incrocio naturale Pinot × Gouais Blanc ed è, di conseguenza, fratello dello Chardonnay, del Gamay, dell'Aligoté e di altri vitigni minori. L'Auxerrois oggi è poco presente in Svizzera, ma può essere paragonato ad Haussard o Ausserres, ampiamente coltivato nel XVIII e XIX secolo nei cantoni di Neuchâtel e Vaud. Produce un vino relativamente neutro e con un'acidità debole.

Barbera

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Italia
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Si pensa che la Barbera sia nata tra la Lombardia e l'Emilia Romagna, in Italia. Solo dopo l'epidemia di fillossera alla fine del XIX secolo, si è diffusa in Piemonte, in particolare nella zona di Alba e Asti. È un vitigno produttivo, che da vini dal colore ricco e con molto alcol; non è molto presente in Svizzera.

Bianca

Colore: 
 Bianca
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Europa centrale
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Ibrido Eger 2 × Bouvier, ottenuto nel 1963 presso la stazione di ricerca di Kölyuktetö, nella regione ungherese di Eger. Precoce, produttivo e resistente al gelo e alle malattie, è abbastanza diffuso in Ungheria, ma quasi assente in Svizzera. Il vino è neutro e dal contenuto di alcol moderato.

Blaufränkisch

Frankonia
Frankovka
Kékfrankos
Limberger
Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Europa dell'Est
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Il Blaufränkisch è uno dei tanti figli del Gouais Blanc, un antico vitigno molto diffuso in tutta Europa. Oggi ampiamente coltivato in Austria, la distribuzione storica del Blaufränkisch comprende la Germania (dove è conosciuto come Limberger), l'Ungheria (dove prende il nome di Kékfrankos) e la Croazia (dove è noto come Borgonja), anche se è originario dell'area delimitata da questi tre stati. Sporadicamente presente in Svizzera, si tratta di un vitigno tardivo e sensibile alle malattie fungine, che produce vini strutturati, dai colori intensi e con un'acidità sostenuta.

Bondola

Briegler
Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Nativo
Origine: 
Svizzera
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Un tempo era il vitigno più diffuso nel cantone svizzero del Ticino, dove era noto già nel 1785. La Bondola è stata rapidamente soppiantata dal Merlot, introdotto nel 1906 in seguito all'epidemia di fillossera. Il test del DNA ha dimostrato che la Bondola e il Briegler della Svizzera tedesca sono identici. Vitigno caratterizzato da tannini rustici e acidità pronunciata, oggi viene coltivato solo nel Ticino, in particolare nel Sopraceneri, dove produce vini fruttati, croccanti, dal carattere alpino.

Cabernet Dorsa

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Germania
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Uva rossa da una croce di Blaufränkisch e Dornfelder.

Cabernet Franc

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Spagna
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Sebbene sia uno dei vitigni principali dei grandi vini di Bordeaux, Francia, il Cabernet Franc ha avuto origine nei Paesi Baschi, in Spagna, e si è poi diffuso nella Gironda e, in un secondo momento, nella Loira, dove è divenuto uno dei rossi più coltivati. Il test del Dna ha rivelato che è il padre del Cabernet Sauvignon, del Merlot e del Carménère. In Svizzera, questo vitigno con epoca di maturazione media e ridotta sensibilità alle malattie fungine viene coltivato in particolar modo in Romandia e nel Ticino, dove produce vini con aromi di violetta esaltati da tannini con note più o meno erbacee, a seconda della resa.

Cabernet Sauvignon

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Francia
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Vitigno di spicco di Bordeaux (Francia), il Cabernet Sauvignon è uno dei più diffusi al mondo. Nel 1997, l'inaspettata scoperta del suo albero genealogico fece grande scalpore. Si tratta, infatti, di un incrocio naturale tra il Cabernet Franc e il Sauvignon Blanc, probabilmente avvenuto in Gironda prima del XVIII secolo. Lo si potrebbe quindi definire un "fratellastro" del Merlot e del Carménère. In Svizzera, questo vitigno sensibile alle malattie fungine viene coltivato principalmente per essere utilizzato negli assemblaggi bordolesi (con Cabernet Franc e Merlot), ai quali conferisce note di ribes nero e more.

Carminoir

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Nativo
Origine: 
Svizzera
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Incrocio artificiale Pinot Nero × Cabernet Sauvignon, il Carminoir è stato creato nel 1982 presso l'istituto di ricerca Agroscope di Pully, in Svizzera, allo scopo di ottenere un vitigno più ricco rispetto al Pinot Nero ma che fosse in grado di resistere alla botrite. Vitigno tardivo, coltivato principalmente nel Vallese e nel Ticino, il Carminoir è ancora poco diffuso in Svizzera, dove produce vini colorati, potenti e ricchi di tannini. Viene utilizzato sia per assemblaggi, sia per monovitigni.

Chambourcin

Colore: 
 Rossa
Anzianità: 
Estero (dopo il 1900)
Origine: 
Francia
Viticoltura: 
-
Aromatico: 
-
Ibrido interspecifico Seyve-Villard 12-417 × Chancellor, ottenuto nel 1945 da Joannes Seyve in Francia, deve il suo nome alla località francese Chambourcin, nel dipartimento di Isère, ed è stato lanciato sul mercato nel 1963. Resistente al freddo e alle malattie fungine, può essere piantato anche in condizioni umide. Produce dei vini estremamente aromatici. In Svizzera non è molto diffuso: si concentra principalmente nel Ticino.

Contatti

Profilo

Swiss Fine Wine è un sito web completo e multilingue sulle migliori cantine svizzere e sull’offerta dei vini svizzeri piu’ pregiati, accuratamente selezionati da un comitato di esperti. Cogliete con noi l’occasione di scoprire, visitare, degustare e abbinare i migliori vini elvetici in Svizzera o in qualsiasi parte del mondo.

Il nostro team nasce da un'iniziativa privata finalizzata a promuovere, spiegare e discutere dei migliori vini svizzeri. Ci rivolgiamo a privati, amatori, appassionati di vino, cosi’ come a professionisti del settore, aziende, ristoranti, alberghi e distributori che desiderino saperne di più sui vini svizzeri piu’ pregiati.